sanità

Mi piacerebbe raccogliere informazioni riguardo l’efficenza delle prestazioni sanitarie nel nostro territorio, nel bene e nel male, alla luce di episodi di malsanità denunciati da cittadini che recandosi presso l’ospedale Madonna delle Grazie”bisognosi di cure hanno trovato, parte di personale medico, inadeguato alle competenze o perlomeno non molto sensibile ai disagi e timori in cui si trova una persona che necessita di risposte ai propri problemi.


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. Cinzia

    Fortunatamente ho avuto poco a che fare – direttamente – con l’Ospedale Madonna delle Grazie.
    In un caso la mia esperienza è stata positiva, in quanto ho trovato un medico molto competente e molto umano, che non mi ha liquidata in due minuti, ma è stato ad ascoltare e mi ha fornito delle risposte chiare.
    In altri casi, l’ambulatorio del medico che mi ha visitata era un porto di mare, con dottori e infermieri che entravano ed uscivano con nonchalance, incuranti del fatto che fosse in corso una visita specialistica e che le loro interferenze fossero quanto mai inopportune.
    Per quanto sconveniente ed irritante, non è il comportamento poco ortodosso del personale medico e non, che mi preme sottolineare, in questo momento.
    La nota dolente, per quello che mi riguarda, sono i tempi di attesa del sistema sanitario regionale per sottoporsi a visite specialistiche. Vere e proprie ere geologiche!
    Proprio stamattina mi è capitato di chiamare il CUP per prenotare due visite specialistiche diverse: la prima me l’hanno fissata per il 30 aprile, tra esattamente due mesi e mezzo; e mi è andata bene, visto che per la seconda mi hanno proposto … gennaio 2009: dieci mesi e mezzo di attesa!!!
    A tale risposta ho sbarrato gli occhi e sono rimasta senza parole!
    Tra dieci mesi e mezzo il mio problema potrebbe essere peggiorato, sarò costretta a ripetere analisi e test preliminari, potrei – esagerando … ma toccando ferro – non essere più su questa terra!
    Per mia fortuna, non ho nulla di grave nè di urgente: ma se così non fosse?
    E’ umanamente ipotizzabile una lista d’attesa di 10 mesi e mezzo per sottoporsi ad una visita specialistica?
    L’operatrice telefonica, a cui ho manifestato il mio stupore (?!?), mi ha risposto: “Signora, che ci vuol fare? Questi sono i calendari…”

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi