mercoledì 19 Gennaio 2022

La Legge elettorale e i pochi partiti…. (ovvero ci zapp vev’ a l’acqu’ e ci fott vev’ a vott!!)

Vi invito a dare un’ occhiata ai 181 (avete letto bene: diconsi centottantuno) simboli presentati per le imminenti elezioni politiche…..

A parte alcuni che fanno davvero ridere (non dirò quali…. non vorrei offendere la sensibilità di alcuno) il gran numero di liste fa pensare come ci prendano in giro quando ci dicono che la legge che c’è (o che c’era o che ci sarà) garantisce la non proliferazione di partiti e partitini che succhiano solo soldi pubblici alla faccia di chi LAVORA E PAGA LE TASSE. 

Non commento oltre, lascio libero più spazio possibile a chi passando riuscirà a non vomitare e a commentare la cosa

Grazie


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. For Peace

    Credo che siamo arrivati al limite. Proliferazione dei partiti, furbe alleanze, minacce di ritorno alle urne, tutto ciò caratterizza lo scenario attuale. Come si deve comportare l’uomo medio che:
    – è disoccupato;
    – è precario;
    – non arriva a fine mese con lo stipendio;
    – non può programmare il futuro;
    – non può comprarsi la casa;
    – ha una pensione da fame;
    – ha tempi di attesa lunghissimi con la giustizia;
    – e potremmo non finirla quà……………..;
    BASTA,BASTA, BASTA, andate a zappare.
    Cosa possiamo fare di fronte all’arroganza della politica?
    Non votare? Votare ma chi? Scendere in piazza? Oppure…………….., parliamone.
    L’unica cosa che mi fa godere adesso è vedere quanto sterco ricopre il mister del Campanile. Così impara………
    A presto

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »