Locantore : “Chiudere qui la stagione sarebbe una decisione matura!”

Presidente Nunzio Locantore.

Sono quarantacinque giorni da quando il mondo del calcio si è fermato per via dell’emergenza Coronavirus. Un mese e mezzo sospeso nel tempo, quasi interminabile, soprattutto per chi era abituato a correre, a non fermarsi mai.
Il 1 marzo è stata l’ultima partita prima dello stop considerato il protrarsi dell’emergenza sanitaria con il governo che ha comunicato il prolungamento della chiusura delle attività fino al 4 maggio 2020, salvo ulteriori proroghe.
Presidente come valuta il cammino della sua squadra fino allo stop decretato dal governo?
“Non nascondo che mi stavo divertendo quest’anno. Penso che questo fosse il miglior gruppo a livello calcistico avuto negli ultimi anni un mix di giovani e veterani molto bravi. Eravamo in zona Playoff e per molti addetti ai lavori abbiamo dimostrato il miglior calcio del girone, ad inizio stagione, era l’obiettivo prefissato.”
Il comitato regionale ha comunicato il prolungamento dello stop fino al 4 maggio. Che accadrà secondo lei dopo questa data?
“Nessuno potrebbe mai sapere cosa accadrà dopo il 4 maggio, si vive quotidianamente il tutto e le varie decisioni su questa problematica sanitaria, vengono prese in maniera molto oculata. Di certo non vorrei essere nei panni di chi ha la responsabilità di ogni decisione, sia a livello sportivo che dell’intero paese, sulla vita quotidiana. Solo il tempo potrà farci superare questo terribile momento per poter capire il da farsi.”
Se dovesse fermarsi tutto, come nel basket nella pallavolo e nel rugby, l’anno prossimo che scenario ci sarà?
“In realtà spero si fermi il tutto anche il calcio , come stato fatto in altre discipline, proseguire ormai non avrebbe senso per vari motivi. Io credo che non sia possibile una cosa del genere giocare a porte chiuse e poi tra giocatori dirigenti custodi forza pubblica. Chi si prende la responsabilità di tutto questo io di certo no, poi se ci sono delle spese da affrontare chi le sosterrà? Credo che non sia possibile iniziare visto tutto questo sacrificio che stiamo facendo a restare chiusi in casa per me si rimanda tutto all’anno prossimo se ci sono le condizioni.
Ciò che mi preoccupa è il prossimo anno: ci saranno molte società che andranno in difficoltà proprio all’atto dell’iscrizione oppure qualcuna dovrà ridimensionare il proprio progetto. Noi della Polisportiva agiremo con attente valutazioni . Deciderò insieme con il mio staff il meglio per la società.
Per quanto riguarda il prossimo anno, non nascondo che stiamo già valutando molte idee.”
Come stanno gli atleti ?
“Cerco di essere per loro sempre presente con un messaggio o una chiamata, anche perchè sono da ringraziare uno per uno. Quest’anno il gruppo stava sudando la maglia in maniera impeccabile con orgoglio, dedizione e passione. A me dispiace molto per loro che sicuramente sentono tantissimo la mancanza del calcio giocato. Qualcuno non ha mai smesso di allenarsi, chi in casa chi nei cortili. La certezza è che ritorneranno più forti di prima, di questo ne sono certo.”
Forza Polisportiva Montescaglioso

Raffaele  Capobianco 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi