Lettera aperta del presidente del Consorzio Terre di Mezzo del Materano Claudio Lapenta

Carissimi amici,
in queste ultime settimane ci siamo sentiti ripetere spesso la frase “Restate a casa” e mentre il tempo trascorre e nel nostro animo si alternano un misto di emozioni contrastanti tra preoccupazione e speranza, piano piano abbiamo cominciato a riscoprire e a dare sempre più importanza e valore alle cose e agli affetti che appartengono alla vita di tutti i giorni. Azioni semplici a volte scontate ma che adesso ci sembrano perfette e meravigliose non più noiose ma necessarie e alle quali non possiamo proprio sottrarci.
Una fra le tante azioni vissute più come incombenza che come piacere è quella di fare la spesa che a causa della diffusione dei centri commerciali e dei grandi supermercati da alcuni anni a questa parte è profondamente cambiata nelle abitudini anche perché per le nostre esigenze di tempo la soluzione giusta è quella di risparmiare e avere a portata di carrello tutto ciò che serve.

Anche se il rovescio della medaglia è costata alle nostre comunità la progressiva chiusura di molti negozi di paese, di alimentari e non, o comunque a grandi perdite economiche per i loro gestori.

In questo momento di grave difficoltà per tutti un modo giusto per far ripartire l’economia del nostro territorio è per quanto possibile ricominciare a fare la spesa e consumare i prodotti delle nostre terre e supportare le piccole realtà commerciali e artigianali di paese e magari potremmo cominciare a scoprire che non ci sono differenze di prezzo così sostanziali, che è piacevole camminare per le vie del nostro paese andando alla scoperta di un nuovo negozio, che i prodotti sono freschi e conservano sapori autentici, che dietro le mascherine si nascondono visi amici che ci sanno consigliare bene e diventare nostri esperti di fiducia, che compare meno è meglio senza eccedere in inutili scorte, che fare la spesa nei nostri negozi è meno stressante e ci porta ad essere più attenti alla qualità piuttosto che alla quantità.
Siamo tutti profondamente convinti dell’importanza di un ritorno al consumo dei prodotti di stagione e l’importanza di leggere attentamente la provenienza dei prodotti che consumiamo e di preferire, quando è possibile, la spesa diretta dal produttore.
Dal produttore al consumatore la distanza è uguale a “ZERO”.
E noi che abitiamo a Bernalda, Ferrandina Irsina, Marconia, Metaponto, Miglionico, Montescaglioso, Pomarico, luoghi ricchi di storia e tradizione inseriti nel Consorzio Proloco delle Terre di Mezzo del Materano abbiamo la fortuna di poter usufruire di una vasta produzione agricola, di tantissime attività commerciali e artigianali, di prodotti tipici dalla panificazione al lattiero caseario di grande e variegata qualità e in grado di accontentare e incontrare tutti i gusti.
Per questo da ora in poi coniamo una nuova frase “compriamo a casa nostra” che non è chiudersi in casa e comprare attraverso uno schermo, ma fare acquisti intelligenti dal produttore vicino a noi perché il sapore autentico delle nostre produzioni non ce lo restituirà una qualsiasi realtà produttiva a migliaia di chilometri da casa.
Grazie

Il presidente del Consorzio Pro Loco Terre di Mezzo del Materano
Claudio Lapenta


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi