Oliva (PD Montescaglioso): Arco “a iamm”, non si può più aspettare

 

Il segretario cittadino del PD Antonello Oliva in una nota chiede all’Amministrazione Comunale di riqualificare l’arco “a iamm” ubicato in via Santo Stefano a Montescaglioso. Di seguito la nota integrale.

“La fase 3 della situazione epidemiologica Covid 19 è ormai iniziata da oltre un mese e in questo contesto c’è tutta la voglia e la determinazione nel rimettere in moto la comunità pur consapevoli della necessità dell’uso delle mascherine e del distanziamento sociale. Oggi bisogna riportare Montescaglioso al centro della agenda politico-programmatica della Regione, affinché le nuove generazioni abbiano uno stimolo per restare ed investire sul loro futuro nella nostra terra. Non c’è più spazio per la politica degli sgambetti, la politica dell’uno contro l’altro; è l’ora dell’unità. Bisogna fare squadra per risolvere i problemi della nostra Montescaglioso; è l’ora della programmazione e dell’analisi dei problemi. In questo quadro bisognerà riflettere sulla dimensione, sulla gravità delle problematiche cercando di risolverle con visione rispondendo ai bisogni più urgenti della nostra Comunità. Crediamo che una delle priorità oggi sia legata alla viabilità urbana, perchè il modo migliore per il rilancio economico e sociale del nostro paese, non possa prescindere dalle questioni infrastrutturali. In questo la viabilità urbana deve essere garantita al 100% ripristinando anche strade secondarie, le quali ci permettono di giungere nelle vie principali della nostra Città. Ormai da molti anni persiste la chiusura dell’arco “a iamm”, un fatto vergognoso per un luogo che ricopre un importante connotazione storica, politica, culturale. Infatti, nei primi anni del dopo guerra, l’arco “a iamm” si rese teatro di una storia fatta di Uomini e Donne, che hanno combattutto e lottato per le terre onorando la memoria storica di Giuseppe Novello assassinato dalla polizia di Scelba proprio nell’arco oggi chiuso. Oltre alla funzione storica, l’arco è determinante nella vita quotidiana della Città, infatti è una via di collegamento tra la parte della Città che si affaccia sul fiume Bradano e l’altra che guarda all’altopiano delle Murge. E’ da sottolineare la sua importante funzione per la viabilità e la sicurezza del “traffico” montese, quest’ultima da anni compromessa a causa della chiusura, venendo meno una via di fuga e una giusta defluenza del traffico cittadino. Come detto in precedenza, da anni la nostra comunità paga questa brutta situazione e vede nelle varie dinamiche un rimpallo di responsabilità tra gli enti in questione: Acquedotto Lucano, Comune di Montescaglioso e privati. Si faccia subito chiarezza e si risponda in modo definitivo ad una questione e a una comunità, la quale attende risposte e atti concreti. Confidiamo in un’attenta analisi del problema da parte dell’amministrazione comunale; non si può più aspettare”.



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 
 

Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi