……cercasi “NO GLOBAL” disperatamente!!!!!!!!!

….ma che fine hanno fatto!!!! Io li ho cercati in ogni telegiornale, in ogni ritaglio di giornale, in ogni pagina web…ma non ne ho trovato traccia…..che fine hanno fatto i nostri paladini “NO GLOBAL”??? Cacchio io mi sentivo al sicuro con loro! Non appena c’era un G8, loro erano li a difendere i diritti dei più deboli, dei paesi poveri, contro i forti della terra!!! Erano bravi, li ho sempre stimati tantissimo! Portavano la “rivoluzione” in qualsiasi posto si riunissero gli spocchiosi e sapienti paesi industrializzati! Portavano all’attenzione dei media le ingiustizie sociali….non importa se a volte con metodi non proprio ortodossi, si sà a mali estremi…!!!
Cachio mi piacevano proprio!!!
…..ma a queto G8 che gli è successo? non sono stati informati? hanno perso l’aereo? cacchio io li volevo anora in prima linea!!!
Forse i problemi che ponevano sono stati risolti e non c’è più bisogno di protestare!!! Possibile….ma non mi sembra proprio che le cose siano cambiate!! Anzi sono peggiorate, senza contare la nuova crisi in M.O.
Eppure non riesco a capire…..che cosa è cambiato!!! Le politiche internazionali dei paesi non sono cambiate…..neanche i capi di stato sono cambiati…..anzi no, ce n’è uno diverso!!!!!Vuoi vedere che….!!!! Ma no no, che malizioso che sono….ma cosa mi viene in mente!
Cmq chi ha notizie del famigerato “popolo di Seattle” si faccia sentire, sinceramente sono in ansia! A questo G8 non mi sento tutelato!


Commenti da Facebook

12 Commenti

  1. LomFra

    ciao corvo, vedo che voli alto, mi fà piacere vedere che il tuo senso critico ti ha portato ad interroggarti su che fine abbiano fatto le libere manifestazioni di pensiero dei No global ((giuste o errabonde che siano)(errabonde, ke qualkuno mi aiutiii)), soprattutto quando i media sembrano ignorare ciò che accade all’esterno della sala conferenze! A quanto pare i metodi dell’ex KGB V. Putin hanno funzionato, già da tempo la campagna mediatica della ditt… ops governo russo diffondeva voci sulle difficolta che i partecipanti avrebbero avuto nel dirigersi a S.pietroburgo e il bilancio finale conferma le ipotesi più pessimistiche: almeno 200 russi in viaggio da tutte le parti del paese sono stati fermati sui treni nei giorni scorsi, altre decine colpiti da fermi e arresti (30 solo ieri a San Pietroburgo).
    Niente operazioni ufficiali, beninteso: la legge russa non le prevede, e un portavoce del G8 ieri ha sostenuto: «non abbiamo notizia di fermi illegittimi»… ma và?! e per i manifestanti che sono riusciti ad arrivare dalle altre parti del mondo? il Social Forum parallelo si svolgeva nello stadio Kirov, isolato nel verde a 20 chilometri dalla città e circondato da tanta polizia, che ha addirittura serrato i lucchetti dell’edificio all’inizio dei lavori, mentre in 150 all’interno formavano una catena di protesta. Presenti soltanto 400 persone, contro le 4000 attese. L’operazione preventiva (ufficiosa) «Barriera» messa in atto da una settimana dalle forze dell’ordine fin nella remota provincia della Federazione si è dunque rivelata un successo. Tanto che ieri, nonostante fosse prevista una media room attrezzata all’interno dello stadio, le notizie faticavano ad arrivare, nello stadio era presente anche V. Agnoletto insieme a una delegazione di europarlamentari, che ha denunciato sdegnato: «In 6 anni di Forum Sociali non ci è mai stato riservato un trattamento di questo tipo. In pratica lo stadio è una prigione militarizzata. Tutti i partecipanti hanno dovuto attraversare almeno tre posti di blocco per arrivare e sottoporsi a una dura perquisizione. È una repressione totale». Annullato nella tarda notte di venerdi anche il previsto concerto rock di 12 ore di domenica allo stadio Kirov, con note band ‘alternative’ russe come Sixtynine e Echelon, la manifestazione prevista ieri per le strade di San Pietroburgo è stata all’ultimo momento vietata, spezzettando così il fronte della protesta. L’autorizzazione a sfilare è stata concessa al solo Kprf, ma poi anch’essa revocata venerdi sera dall’amministrazione cittadina. A capo della quale, ricordiamo, c’è Valentina Matvienko, fedelissima di Putin. Parte dei 300 manifestanti (appartenenti alla Gioventù Rossa) sono comunque approdati sulla Prospettiva Nevski, gridando slogan anticapitalismo e anti-Wto, e si sono visti piombare addosso le Forze speciali di polizia antisommossa del Ministero dell’interno (i famigerati Omon). È finita in scontro: 20 arresti, qualche contuso, i restanti manifestanti «scortati» in estrema periferia dove hanno potuto tenere soltanto un comizio senza auditorio. VALUTATE VOI http://www.disinformazione.it http://www.adbusters.it http://www.greenpeace.it

  2. benna

    Ciao caro Corvo, con che piacere leggo del tuo sincero interesse alla causa, spero solo tu abbia saputo combattere quella sciocca ansia che ti attanagliava!

    A limite un pò di valeriana aiuta sempre, tienilo presente se ti dovessi svegliare nel cuore della notte e malauguratamente ti iniziassi a preoccupare, che so, di che si sta occupando Diliberto o del prossimo film di nanni Moretti! Cool

     

    1. vince_ditaranto

      Buongiorno caro ras…”putin”……
      meno male che ci sono “gli uomini di mondo” come te sempre informati sui megatrend mondiali e sulle tutele dei diritti internazionali……
      ……scherzi a parte, tranne la sagace benna (donna dal cervello affilato come la lama di un rasoio…..che donna!!), tu e LomFra non avete afferrato il mio vero quesito!!! Ringrazio cmq LomFra per la dovizia di info, ma ne ero già al corrente….
      il mio reale interrogativo è PERCHE’ QUESTA VOLTA NON SE NE PARLA PER NIENTE???? si, le informazioni ci sono, ma certamente non è stata data la eco delle altre volte. Soprattutto se questa volta sono stati addirittura “deportati”……..visto che ci fù un polverone enorme a Genova solo per averne “leggermente” limitato gli spostamenti in città!!!!
      Tutto qui.

      ps. ciao benna, vedo che per beccarti con me ti svegli e come dalla tua condizione di torpore da tastiera. sono contento!

  3. Raf

    Che il corvo voli alto si sa… è una sua caratteristica.
    Però dal suo e dai vostri interventi emerge un dato: la scarsa informazione ufficiale a riguardo, o, più precisamente, lo scarso rilievo dato a quanto accaduto fuori dalla sala conferenze. Lo stesso lomfra cita fonti di informazione – passatemi il termine – alternative come http://www.ilmanifesto.it o altri siti con lo stesso orientamento.
    Da un lato c’era poco da raccontare dato che le libere manifestazioni sono state smorzate “brillantemente” dall’efficace polizia di putin. Dall’altro è clamoroso che ciò sia stato fatto con metodi poco ortodossi, quasi alla vecchia maniera.
    A questo punto mi pongo un interrogativo: come mai (in Italia) una così scarsa informazione di fronte a una così clamorosa azione coercitiva (alla KGB) ? qualcosa non torna, non credete?

    1. rasputin

      Raf,
      perchè in questo momento in Italia prima viene Calciopoli (guarda anche su questo portale le discussioni che solleva quel povero interista di Roberto), poi i farmacisti e i tassisti e, da qualche giorno, (e questa è veramente faccenda importante)la terribile aggressione dello stato di Israele al libero stato libanese. D’altronde in Russia hanno utilizzato il metodo “occhio non vede….” per mettere la sordina a qualsiasi dissenso. Eppure ti posso assicurare che i gruppi antagonisti, anche italiani, erano presenti, ma invisibili.
      La stampa “seria” si è occupata, anche se marginalmente, di questi aspetti, basti vedere le pagine del CorSera dedicate nei giorni scorsi alle proteste “sedate” com metodi più o meno diretti.
      Corvo,
      tu, secondo me, vedi troppa TV e lì fanno vedere solo quello che piace al kapo di turno. Il mio invito era quello di non fermarti alle notizie superficiali che vengono date in pasto alla massa che, nella stragrande maggioranza, è più interessata a Moggi che al G8, ma cercare di andare oltre.

    1. vince_ditaranto

      ….caro gianluca il mio intervento era più riguardante il tema costume&società e/o informazione…..
      mi era semplicemente risultato strano che non c’era stata la eco di una volta agli episodi riguardanti il popolo del “NO”….tutto qui!! è questione di “informazione”….se poi, come in ogni cosa in Italia, e come lasci tu ovviamente presagire, anche qui centra la politica la colpa non è certamente mia……….e poi penso che tu lo sappia benissimo cosa intendo (perchè spesso sei stato daccordo con me nelle lunghe chiacchierate baresi) quando dico si “fa politica”……

      a presto!!!

      1. gianluca

        gian
        caro corvo, le tue riflessioni mi danno la possibilità di esprimere le mie perplessità sui contenuti di certi articoli presenti nel blog.Al di là di ogni questione di merito sui NO GLOBAL (espresse molto bene dagli altri interventi degli amici montesi) vorrei sottolineare alcuni aspetti fino ad ora mai presi in considerazione.Noto una certa riluttanza a considerare l’argomento “politica” come qualcosa facente parte del nostro vivere comune; come se fosse qualcosa di alieno e perciò pericoloso, qualcosa da cui stare alla larga. Sembra quasi di muoversi su un campo minato, dove nominare il nome di “questo” o quell’altro” politico o meglio di una o dell’altra fazione politica debba impedirci di mettere a nudo le nostre idee.
        Allo stesso tempo, capisco bene come il martellamento mediatico abbia creato un senso di nausea in molti di noi. L’opportunità che offre un blog come questo è però troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire. Abbiamo la possibilità di condividere le nostre diverse esperienze senza che vi sia nessun “filtro” pronto a manipolarle. So bene che la mia educazione politica è molto distante da coloro i quali scrivono in queste pagine, ma forse è proprio per questo che chiedo a tutti di compiere un grande sforzo. Prima di scrivere ho notato come i grandi temi di attualità (es. IL REFERENDUM COSTITUZIONALE) si siano trasformati in battaglie verbali (retoriche) e personali.Il fatto che una persona si sia sforzata di documentarsi e abbia cercato di capire l’argomento merita sempre il plauso di coloro i quali non la pensano alla stessa maniera e dovrebbe creare i giusti stimoli nel ricercare le argomentazioni avverse. Non deve portare a scusarci solo perchè abbiamo “malauguratamente” parteggiato per una parte, altrimenti si rischia di svilire i già fragili principi della nostra democrazia. Mi piacerebbe capire a cosa serve una sezione dedicata alla politica se ogni qual volta ci sbilanciamo, siamo poi costretti ad abiurare il nostro pensiero. Noi siamo la parte viva e vera della discussione; quella discussione che va oltre le campagne elettorali e gli slogan. Possiamo e dobbiamo essere superiori alle vecchie logiche di partito, ai qualunquismi e ai luoghi comuni che troppo spesso vengono snocciolati quando si parla di politica. Allora non rinunciamo a questa opportunità, ma arroghiamoci il diritto di essere migliori e più liberi di quanti ci hanno preceduto e hanno fallito.
        BUONA VACANZE A TUTTI!!!!

        1. ciffo

          Gianluca questo portale nasce soprattutto con l’esigenza di UNIRE, di raccogliere tutti i montesi per creare una comunità che permetta di far crescere il nostro paese e di arricchire noi stessi tramite il dialogo e lo scambio corretto ed educato di opinioni.
          La mia esperienza è che quando si parla di calcio e di politica le persone (e non mi escludo) tendono a trasformarsi da dr.Jeckyl a mr.Hide dimenticando spesso il rispetto delle opinioni altrui. Spesso accade quindi che discussioni su politica e affini finiscono per DIVIDERE invece che UNIRE.
          Questo spiega il perchè su questo portale non sentiamo l’esigenza di parlare di politica a tutti i costi.
          D’altro canto, come hai ben scritto, esiste una sezione politica. Questo perchè pensiamo che determinate situazioni meritino comunque una discussione dell’intera comunità. la possibilità di esprimere la propria opinione anche su questi temi NON DEVE MAI però trasformarsi nell’uso (o meglio ABUSO) di montescaglioso.net come strumento di affermazione e cassa di risonanza delle proprie idee politiche, qualunque queste siano.
          Fatta questa precisazione… discutete gente, parlate, scrivete e discutete!

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi