Il Grillo mediatico

Wow che bello, finalmente Grillo ha deciso di buttarsi in politica. Finalmente dopo tanto parlare possiamo vedere alla prova colui che toglierà di mezzo  Berlusconi dalla vita politica italiana e magari riuscirà a farlo marcire in galera. Di sicuro chi la pensa in questo modo rimmarrà deluso…..profondamente deluso. Signori, al  Grillo non interessa minimamente la vita politica di governo, sa benissimo che quella strada porterebbe alla fine del suo stesso personaggio. Si, perchè a quel punto verrebbe a contatto con la realtà dei problemi che non possono essere risolti raccogliendo firme che non servono a nulla o urlando i suoi vaffanculo. Di certo Grillo è una persona intelligente e queste problematiche le conosce benissimo così come conosce benissimo dove nasce il suo potere mediatico e cioè la sua antipolitica. Grillo sa bene che fino a quando vedi le cose dall’esterno puoi permetterti di fare le chiacchiere da bar, puoi permetterti di scrivere cavolate sui Blog, puoi permetterti di fare la vittima, puoi permetterti di attirare le masse desiderosa di linguaggio scurrile (anche questo penso sia una caratteristica che rende noi italiani mediocri….tu che dici ciffo!!!).

In questo momento nella mente del Grillo non esiste la benchè minima idea di entrare in politica, al sign Grillo adesso interessa rilanciare il suo personaggio. Quest’uomo è un vero e proprio animale mediatico e, aggiungo, un gran politologo che conosce bene il modo di fare immagine, di creare tendenze e di incamerare consensi (anche questi, ripeto, per i mediocri!!). Certo è vero, si vuole candidare alle primarie ma sa benissimo che quella candidatura il PD non lo accetterà mai….ed è proprio questa che sarà la sua forza. Appunto adesso si parlerà di lui e del fatto che la sua candidatura sarà (o lo è già stata) negata dal PD. Adesso, grazie a questo rifuto previsto del PD, ha nuovamente l’opportunità di rilanciare se stesso con le sue offese con una sottile velatura di vittimismo tipico italiano (o meglio io direi di quel sottile vittimismo che attira l’italiano). Vittimismo che lo ha reso forte costruendo su se stesso la balla del personaggio scomodo che nessun politico vuole a Porta a Porta e a Matrix. Più volte Mentana ha invitato nella sua trasmissione il genovese ma lui ha sempre rifiutato….si perchè poi se ci andava non avrebbe più potuto fare la vittima. Adesso usa la stessa tattica, fa finta di entrare in politica ma non lo farà mai e poi mai, semplicemente perchè a lui non conviene entrarci ma conviene farsi pubblicità affinchè qualcuno  possa seguire il suo blog e i suoi comizi a pagamento. Questa si che è una vera e propria lezione mediatica….complimenti Grillo.

Al massimo al sign Grillo gli converrebbe entrare in politica da eterno oppositore alla Di Pietro….ecco questo potrebbe essere una buona soluzione per lui quando si spegneranno i riflettori sul suo personaggio di mandavaffanculo.Magari per un posto al fianco del suo amico di Montenero (anche lui grande personaggio mediatico). Si, così insieme potranno comprare pagine di giornali esteri per parlare male dell’Italia ma non si rivolgeranno mai alla stampa italiana….vi chiedete il perchè???….semplice, in questo modo potranno dire che in Italia non esiste la libertà di stampa perchè non ci concedono il nostro spazio…della serie: "facciamo le vittime perchè a quanto pare è un buon metodo per attirare il popolino e per far credere ai fessi che noi siamo dalla parte degli onesti"


Commenti da Facebook

16 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Gianni, le tue parole sono incommentabili. Per rispondere ad ognuno degli argomenti che hai buttato nella mischia mi ci vorrebbe un anno o due.

    Mi sembra di leggere le parole di Capezzone o di qualche altro SERVO della politica vecchio stampo.

    A Gianni, e a quelli che la pensano così, vorrei solo dire una cosa. Cercate di informarvi e leggere il più possibile da più fonti diverse, solo così si può avere un pensiero indipendente e libero dal Berlusconi, Franceschini e Grillo di turno.

    A me Grillo non piace come personaggio, non ho mai amato quelli fuori dalle righe. Mi fa ridere come comico, ma nulla più. Quello che mi interessa sono i temi che ha portato alla ribalta e anche se l’ha fatto probabilmente per utilitarismo a me poco importa…..nessuno parlava (…e agiva caro Gianni, informati perchè Grillo NON ha fatto solo protesta come TI HANNO DETTO) di certe cose ed è bene che alcuni temi ridiventino centrali nelle discussioni politiche italiane.

    Caro Gianni, tu ti soffermi a parlare della figura di Grillo, dei retroscena, del fatto che fa gli spettacoli a pagamento, ma lo vuoi capire che questi discorsi non c’entrano niente??? Grillo (come chiunque si propone come capo di un movimento) deve essere per te cittadino PENSANTE un mezzo, uno stimolo per capire meglio le cose che ti circondano. Il punto non è se schierarsi con Grillo o contro Grillo, la questione è se il Grillo pensiero possa averti aiutato a fare qualche riflessione in più, ma nel concreto delle sue proposte. Proposte e idee che tu dimostri di ignorare bellamente perchè come tanti italiani (forse mediocri!!!!) ascolti non i FATTI ma i COMMENTI che i politici fanno sui fatti…….metodo patetico da terzo mondo con il quale ormai hanno impostato l’informazione giornali e telegiornali. 

    1. Mayor Quimby

      Emh… parto col dire che Grillo non mi è molto simpatico non voglio commentare ciò che Gianni ha scritto perchè lo prendo come un suo punto di vista, e non come un prodotto di commenti politici sulla questione perchè credo che Gianni sia un essere pensante e come tale si sia fatto una sua di idea come credo se la siano fatta tutti su questo personaggio, che poi si faccia pagare per fare comizi il problema è di chi lo va a sentire anche se, come dice Corvo ,i suoi argomenti sono interessanti e sono cose che, sempre secondo Corvo, i giornali non dicono.

      Io vorrei dire quello che penso su Grillo senza essere considerato delirante o servo della politica perchè tale non sono, io credo che questo signore, che anche io ritengo un approfittatore, ha calvalcato un’onda di malcontento generale della gente verso la politica e quando tutti i quotidiani i libri i Matrix e Porta a Porta ci informavano sui benefit della "casta", filone che nasce dall’ormai storico libro dei giornalisti "Rizzo&Stella", credo sia facilissimo andare in giro mandando tutti a quel paese per tutti i benefici concessi ai politici dicendo che si sbaglia tutto in merito all’ambiente ecc..tenendo un liguaggio che a noi mediocri piace perchè a noi fa quasi piacere vedere uno scurrile e offensivo che fa successo e carriera, (sono più o meno le cose che penso anche di Di Pietro). Non l’ho mai ritenuto efficace anche quando faceva per modo di dire satira, per quello vi consiglio massicce dosi di Corrado Guzzanti, e non mi piace quel suo modo di ergersi a giudice di tutto con affermazioni del tipo, "mi candido come alternativa al niete", definendo niente  gli sforzi di un intero schieramento politico che sono li comunque eletti da cittadini che credono in quelle persone, per non parlare dei vari "Cancronesi" e di tutte le offese fatte alle Signore della politica nel suo ultimo intervento al Senato. Non mi piacciono i suoi modi e anche io credo che questa sua ultima uscita sia una trovata pubblicitaria per rilanciare la sua immagine ormai in discesa, quindi credo che lui come Mina ha capito che meno ci si mostra e più si è ambiti, ma credo che un partito e magari un governo non si possano guidare con dei vaffa e delle offese…

      1. vince_ditaranto

        Caro Sindaco Quimby, siamo tutti d’accordo che non si può governare il paese con i vaffa….ne tantomeno credo che debba essere Grillo a governarci, ne credo di appoggiare una sua candidatura eventuale.

        Il punto è un altro.

        Tu dici che è una mia opinone il fatto che i giornali e telegiornali non parlano delle idee concrete di Grillo??? Secondo me è la pura verità, tanto è vero che anche tu NON STAI DICENDO NIENTE, perchè forse non sai niente, DELLE IDEE E PROPOSTE E BATTAGLIE portate avanti dal comico genovese.

        Allora smentiscimi, parla in concreto di qualcosa che non ti piace delle idee "grilline". Conosci i suoi programmi, quello che ha fatto e sta facendo con le liste civiche??? Condividi le sue idee sull’ambiente, sui trasporti, sulla raccolta dei rifiuti??? Condividi le posizioni dei grillini sul Parlamento Pulito o sulla riforma della legge elettorale?? ti prego smentiscimi….dimmi che hai perso 5 minuti ad informarti.

        Davvero mi sono stancato di ascoltare SOLO considerazioni su quanto sia scurrile, che dice le parolacce, che sfrutta tutto per farsi i soldi. E’ davvero grottesco. Fammi il piacere Quimby, puoi andare anche ora a dare un’occhiata el Blog di Grillo, fatti una idea e ne parliamo. Ma seriamente per favore, entrando nel merito. Grazie.

          1. vince_ditaranto

            Con Gianni c’è un ottimo rapporto di amicizia e sa lui benissimo, come molti utenti, che il "delirante" che gli ho attribuito non è assolutamente quello "da vocabolario" ma un modo per dissentire pesantemente con le sue opinioni, come a volte è successo di persona.

            Però a chi non conosce i rapporti tra gli utenti e partecipa per la prima volta ai forum quell’aggettivo sembra effettivamente inappropriato. Mea culpa Tongue out.  

          2. Wiseman

            ok, no problem!

            volevo farti vedere questo sondaggio da l’Espresso:

            http://espresso.repubblica.it/sondaggio-risultati?idpoll=2104257,

            comunque il problema non si pone, in quanto il plenum del PD avrebbe deciso per la non tesserabilità di Grillo.

            Come la vedo io? penso che dopo tanti anni di sigle nuove, belle promesse non mantenute, insomma dopo tante comicate da parte di persone ritenute serie, forse non guasterebbe provare qualcosa di serio con un comico!Wink

  2. gianni

     Più del Gianni delirante mi ha dato leggermente fastidio quel "come ti hanno detto"….il delirio è una esaltazione della fantasia o uno stato di eccessivo entusiasmo ma la frase: "come ti hanno detto" mi sa di essere non pensante, stupido e credulone. Bene se è questo quello che pensi allora forse non ne vale la pena per me rispondere al tuo commento. Comunque non vorrei incorrere nell’errore del vittimismo (Grillo è più bravo e credibile di me per questo!!!) anche perchè la ritengo una debolezza.Ringrazio Mayor Quimby e Wise per la solidarietà. Corvo accetto le tue scuse anche se non erano necessarie….tutto OK, non preoccuparti.

    Sai Corvo oggi mi sono impegnato a fare ricerche su internet, sfogliando giornali on-line, andando a vedere i commenti dei vari Capezzone (che tra l’altro non ricordavo che faccia avesse sto tipo), Franceschini e Berlusconi sulla questione Grillo e non ho trovato nessun commento uguale al mio, non ho trovato proprio nessuno che aveva fatto un’analisi simile alla mia….qualcuno si è limitato a dire che la candidatura di Grillo era solo una provocazione e basta. Anch’io penso che quella candidatura è una provocazione ma penso di averla intesa a modo mio spiegandola a fondo .Una mia cara amica mi dice sempre che uno tra i miei tanti difetti è il fatto di essere troppo prolisso….e forse ha ragione a dirmelo. Mi puoi dire di tutto ma non che la mia testa sia abbindolata da qualcuno. Anzi forse sono stato l’unico a criticare Berlusconi per aver collaborato con uno che ci scambia per terroristi. Così come sono ampiamente dispiaciuto per la stretta di mano tra Obama e Gheddafi, ma non perchè sono per la guerra, ma perchè penso sia stato un gesto poco rispettoso per le vittime americane del terrorismo. Ti ricordo che quella stretta di mano è stata presa con felicità da tutti….ma proprio da tutti e suppngo anche da te. Questo però non mi può far pensare che la tua testa sia telecomandata dai leader dell’IDV Grillo/Travaglio/Di Pietro/Santoro.

     

     

    1. vince_ditaranto

      Ciao Gianni,

      sarò breve stavolta.

      Quello che ti volevo dire è solo questo: perchè molti (te compreso) continuano a parlare di Grillo come personaggio, analizzano cosa vuole, chi è, i suoi redditi, ci si chiede dove vuole arrivare, il linguaggio che usa…ecc…ecc…. e non si parla mai DI QUELLO CHE DICE? Non sarà forse che l’unico modo per parlar male è solo quello visto che sugli argomenti è palesemente vincente e innovativo su tutta la linea???

      Infatti io ho scritto "come ti hanno detto" perchè hai perfettamente riportato le argomentazioni che circolano da mesi su giornali, telegiornali e commenti dei partiti. Mica parlo del semplice episodio della provocazione della candidatura: ti ripeto che i tuoi commenti sono UGUALI a quelli che circolano su Grillo, raccontati da chi NON CONOSCE ASSOLUTAMENTE il fenomeno (o chi lo conosce molto bene ed ha paura) e che puntualmente non parla dei CONTENUTI. 

      Sottoscrivo le parole di Jacobsen che evidenzia come sia grottesco scandalizzarsi per qualche vaffa e coprirsi gli occhi davanti alle nefandezze dei politici in giacca e cravatta. Magari Gianni, come altri, facessero la stessa radiografia per i politici "classici" che hanno riservato a Grillo!

       

      1. gianni

        Mah sarà, prima dici che i giornali e i telegiornali non parlano affatto di Grillo e poi mi dici  che questi parlano di Grillo…..non capisco.

        Comunque tu forse conosci molto bene i contenuti che vuole proporre ma non ti sei mai chiesto se questi siano proponibili e fattibili. Sarà anche giusto quello che dice ma se si deve fare una battaglia bisogna farla per qualcosa che possa realmente realizzarsi e che, soprattutto, possa realmente essere accettato (e non per finta) dal suo Di Pietro. Ad esempio la battaglia (la chiamo così dai!!!) per limitare a due le legislature per ciascun parlamentare…..ti chiedo se secondo te i parlamentari dell’IDV (che appoggiano la battaglia) vogliono proprio questo?? Non credo, una cosa è parlare di voler qualcosa ma lo si fa pur sapendo a priori di aver perso la battaglia….così, tanto per recuperare un pò di voti.Non credo proprio che quelli dell’IDV e gli altri parlamentari siano così stupidi da limitare i propri vantaggi (se fossi stato io parlamentare (che mi reputo un farabutto per definizione!!) col cavolo vado a firmare una cosa del genere….tu cosa faresti corvo???).  Se quelli dell’IDV credono in questa lotta allora possono iniziare a non candidare più le stesse persone, senza aver bisogno di una legge che possa costringerli a farlo…tu che dici. Questa cosa mi ricorda un pò la stronzata delle quote rosa. Tutti che parlavano bene delle donne e del fatto che queste potevano dare, con la loro sensibilità, una svolta alla guida del paese….si, tutte chiacchiere. Risultato, la legge non passa e i partiti pur dicendo che le donne sono migliori degli uomini, hanno continuato a candidare per la maggior parte tutti uomini. Praticamente avevano bisogno della legge quando potevano farlo tranquillamente anche senza, praticamente questo significa aver considerato le donne (dopo averle "paraculate" (mi scuso per la scurrilità) alla grande) di una categoria inferiore.

        Poi, tornando all’argomento di partenza, porre un limite a due sole legislature significa porre dei limiti alla democrazia. In Italia non abbiamo bisogno di un rinnovamento di persone, abbiamo bisogno di un cambiamento culturale. Ci sono molti giovani politici che sono molto peggio dei vecchi….non è detto che il giovane, il nuovo, e tutto ciò che è esterno sia migliore del vecchio. Francamente non vedo perchè ci dovrebbero essere dei miglioramenti nella politica se adottiamo un cambiamento di persone quando i modi di fare restano sempre quelli con persone diverse. Poi, ripeto, una cosa del genere andrebbe contro il concetto di democrazia.

        Comunque vi assicuro, io non ho nulla contro Grillo, anzi. Penso che da lui si debba imparare a fare comunicazione…..una comunicazione che è stata in grado attirare tante persone e di far credere  loro di essere persone che pensano con la propria mente mentre tutti gli altri sono un insieme di pecoroni. Quest’uomo con le sue teorie (quelle che tu corvo chiami battaglie!!!), con le sue raccolta firme che di fatto non sono servite a nulla perchè sono improponibili per trasformarli in referendum vi ha così affascinato che qualcuno adesso prende per buono tutto quello che dice. Anzi direi che ho una certa invidia di questi personaggi….vorrei avere la capacità di essere come loro, vorrei essere capace di prendere per culo la gente (perdonatemi per l’ennesima scurrilità)

        Ah, visto che sono uno che scrive con la testa di altri ti riporto i riferimenti bibliografici:

        Fonte: Gianni Eletto

  3. Jacobsen

    Ma come? C’è uno schieramento politico che ha avuto il coraggio di istituire le "Primarie" per dimostrare il grande senso della partecipazione democratica alla vita politica del partito senza pregiudizi per nessuno, uno schieramento che vorrebbe essere innovatore e riformista, uno schieramento che dice di combattere contro lo strapotere delle lobby, dei capitalisti palazzinari, della mafia, della massoneria, eccetera, eccetera, eccetera… e poi, si trova ad aver paura di Beppe Grillo che si candida alla segreteria del partito usando le regole che lo stesso PD ha istituito a garanzia della massima serietà democratica?

    Se Grillo ha i requisiti, le firme, l’appoggio di parte della politica e degli elettori, ritengo che "democraticamente" abbia tutti i DIRITTI per candidarsi alla guida del PD!

    A sentire le affermazioni di qualche esponente di spicco del PD pare che il partito sia "cosa loro": un atteggiamento arrogante e di preclusione.Candidano due persone che sono la faccia pulita di D’Alema e Veltroni e ora sono spiazzati da chi disturba il loro gioco.

    Sinceramente non capisco la facile indignazione di Gianni e Quimby per la la “mancanza di educazione” dei vaffanculo di Grillo.

    Io  mi indignerei molto più facilmente per Fassino che oltre a se stesso fa eleggere per cinque volte la moglie come parlamentare, per le scalate bancarie di D’Alema e Latorre, per gli affari nella sanità pugliese dei dalemiani, per lo sfacciato clientelismo con cui si governano regioni come la Nostra.

    Per tali comportamenti il vaffa non mi sembra del tutto inappropriato.

  4. gianni

    Ah dimenticavo…….Grillo ha incassato già la sua prima vittoria. Come era facilmente previsto (da lui soprattutto) il PD non ha accettato la sua candidatura e inoltre tutti i giornali e i telegiornali parlano di lui. Benissimo, una bella pubblicità per la sua stagione teatrale del prossimo anno.

    Tanto per precisare, io non ho scritto da nessuna parte che i suoi soldi sono immeritati….ho solo fatto notare quanto lui sia stato e sia tuttora bravo a crearsi il personaggio….direi che ha investito bene su se stesso specialmente con quest’ultima sua uscita.  Comunque da questa vicenda il PD ne esce veramente sconfitto perchè è stato messo in palese difficoltà (si è fatto male da solo inseguendo la stronzata delle primarie) e quello che ha preso più punti è ancora una volta Berlusconi senza aver mosso un dito. Questo è il vero dramma della nostra politica

  5. j-pastorius

    Qualcuno confonde Grillo con Berlusconi! Il Cavaliere è entrato in politica per salvare le sue televisioni, i suoi giornali e il suo impero finanziario, questo non bisogna scordarselo. Beppe Grillo sicuramente non ha niente da guadagnarci  “scendendo in campo” , potrebbe continuare a fare il comico o qualsiasi altra definizione vogliate attribuirgli, e riempire i palazzetti con i suoi spettacoli; o semplicemente vivere di rendita. Approvo la sua decisione di candidarsi non so se lo fa per provocazione o perché vuole veramente impegnarsi  in politica anche perché non è solo un urlatore o un vaffanculista ma fa anche delle proposte supportate da fatti. Fino adesso ha scosso e aperto un dibattito all’interno del PD troppo preso dai problemi interni invece di ascoltare e fare proprie le esigenze della gente. Alcuni atteggiamenti del Grillo sono discutibili, ad esempio io non ho condiviso i “vaffaday” perché non li ho trovati coerenti con le sue idee. In tutti i suoi spettacoli ha sempre denunciato chi detiene il potere economico e quindi mi aspettavo che fossero questi i bersagli dei vaffaday cioè i vari Tronchetti Provera e compagnia e non i politici che, secondo me sono un aspetto importante ma marginale delle questioni di cui si occupava.

    1. Mayor Quimby

      Corvo puoi darmi del poco informato o addirittura dell’ignorante se ti piace, poi io dal canto mio continuerò a sostenere che i suoi modi sono efficaci solo alle sue tasche, i temi da lui trattati sono spunto di studi di professionisti e non farina del suo sacco, poi aggiungo che lui con il suo modo di fare non fa altro che danneggiare quelle nobili proposte perchè con quell’atteggiamento fa passare in secondo piano "la battaglia" facendo emergere solo la sua bravura nell’interpretare quel problema non il problema in se. Poi sono sicuro che ci sono persone che hanno bisogno dei Grilli che pongono il problema con quei toni per poterli comprendere meglio, ma a me non piacciono! E comunque concordo con Gianni sul fatto che abbia già vinto perchè in una settimana non si è fatto altro che parlare di lui, ed anche Jacobsen ha fatto bene a ricordare altre questioni che riguardano il PD, anche perchè io non mi sono indignato dei Vaffa ho solo detto che ha me quei Vaffa non piacciono e non risolvono nulla a parte il suo successo.

      1. vince_ditaranto

        …….mi interessa il fatto che pone al centro del dibattito alcune questioni per me fondamentali.

        Se poi ci sono quelli come te e Gianni e pensano all’atteggiamento e non al problema in se (come giustamente hai ricordato tu…!!!) non è colpa sua. Sei tu che devi prendere spunto e andare oltre.

        "Quando il sagggio indica il cielo lo stolto guarda il dito…..!!!" 

        1. gianni

          Forse il corvo non si è accorto del mio ultimo post. Ho già criticato una delle sue proposte che sono francamente irrealizzabili e cioè quello del limite alle due legislature. Poi se tu ritieni che il mio ragionamento sia vecchio e mediocre solo perchè contrario alle teorie "grilline" , allora non ci posso fare niente. Ti ripeto che per quell’idea di limite alle due legislature e per la lotta ideologica contro il nucleare non concordo per nulla. Come vedi sono entrato nel merito delle sue idee…..

          P.S: Ti assicuro che al giorno d’oggi è molto difficile distinguere il saggio dallo stolto

  6. ciffo

    Non mi piace per niente.
    Avrei voglia di non rispondere ma ci provo.
    Innanzitutto concordo con Gianni che è mediocre anche chi fa il pecorone e va dietro a Grillo indipendentemente da quello che dice e dalla coerenza che mostra.
    Ad ogni modo, in tutto il tuo post hai trascurato una cosa non banale. Chiediti…. qualunque cosa Grillo combina, nel bene e – soprattutto – nel male, porta conseguenze nefaste dirette al popolo italiano?
    Non sarebbe meglio preoccuparsi, analizzare, criticare, indignarsi per chi invece decide davvero del nostro futuro?

    Concludo con questo link:
    Beppe Grillo e il re nudo

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi