LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI?

Sfogliando alcune pagine del Corriere della Sera, mi sono imbattuto nelle dichiarazioni del Colonnello Seno. Un carabiniere eroe che negli anni settanta, da capitano ha contribuito, in prima persona, alla cattura di diversi terroristi quali Franceschini e Curcio.

Proprio l’altro giorno questo Colonnello dei Carabinieri è stato condannato a tre anni per la faccenda del sequestro dell’imam di Milano Abu Omar.

Ricorderete tutti la questione, dove, secondo l’accusa, questa guida spirituale fu sequestrata da uomini della cia, appoggiati dai servizi segreti italiani, per poi essere trasferita in una località segreta per essere torturata a fini di cavarne notizie utili sui terroristi islamici.

Ebbene, dicevo, questo colonnello a seguito della sentenza, di primo grado, di condanna, ha espresso tutto il suo disappunto in merito, ribadendo, legittimamente, la sua estraneità ai fatti addebitatigli, e in un certo senso sottolinea l’ingratitudine dello Stato per quanto fatto negli anni precedenti.

Non voglio entrare nel merito della sentenza stessa di condanna che essendo ancora al primo grado di giudizio potrebbe essere completamente ribaltata in appello.

Quello che mi porta a riflettere, invece, è il malumore manifestato dal militare che, per i suoi eroici trascorsi, secondo lui, quasi quasi lo Stato dovrebbe riservargli una sorta di immunità.

Io non lo vedo giusto se la legge è uguale per tutti.  

   http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_16/seno_abu_omar_condanna_biagio_marsiglia_9377ddcc-d2dd-11de-a0b4-00144f02aabc.shtml


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi