Women’s Fiction Festival

Matera

E’ iniziato il conto alla rovescia per il Women’s Fiction Festival, unico festival internazionale di narrativa femminile in Europa, unico luogo di incontro fra scrittori ed editori provenienti da tutto il mondo e unica writers’ conference dedicata a chi fa della scrittura un mestiere. L’iniziativa, promossa per il terzo anno consecutivo dall’associazione Women’s Fiction Festival, fondata da Elizabeth Jennings, Maria Paola Romeo, Mariateresa Cascino e Giovanni Moliterni, è in programma a Matera dal 20 al 23 settembre 2006, anno in cui si celebra il trentesimo anniversario della morte della grande Agatha Christie. Thriller, mystery, suspense e noir: la kermesse letteraria apre le porte a fantasia e cronaca nera, per lasciare entrare detective e serial killer, eroi e antieroi. Genere letterario che appassiona il grande pubblico per le sue leggende, i suoi misteri, la sua cronaca e la sua follia, il giallo è il tema chiave della terza edizione del Women’s Fiction Festival. Nel magico e austero scenario dei Sassi, scrittrici provenienti da diversi paesi del mondo, editor, agenti letterari ed esperti criminologi parteciperanno insieme al Women’s Fiction Festival per investigare sul mestiere di scrittore e sull’oscuro e accattivante universo del piacere criminale. La terza edizione vedrà, come di consueto, scrittrici provenienti da ogni parte del mondo insieme ai maggiori rappresentanti dell’industria editoriale. Penguin Books, Warner Books, Random House, Kensigton Publishing tra le straniere, mentre, tre le italiane, Sperling & Kupfer – Frassinelli, Sellerio, Einaudi, Garzanti e naturalmente Harlequin Mondadori, sponsor ufficiale del Women’s Fiction Festival. Ogni mattina è prevista una sezione dedicata agli addetti ai lavori dell’editoria che insieme ai partecipanti iscritti al congresso avranno modo di analizzare le tendenze e le dinamiche che caratterizzano il contesto competitivo della narrativa femminile nel mondo. Ad arricchire il programma, le Master Class con scrittrici best seller e i Briefing di approfondimento sul mestiere del crimine condotti da agenti della Cia e dell’Fbi, entomologi e personale del corpo diplomatico. In più, gli iscritti potranno incontrare a tu per tu editor e agenti letterari a cui presentare le proprie opere per valutare eventuali opportunità di pubblicazione e traduzione su altri mercati, trascorrere momenti di approfondimento per farsi suggerire la migliore costruzione di trame incisive e ricche di suspense. “Continuiamo a ricevere iscrizioni. Ad oggi gli iscritti al nostro congresso internazionale sono circa una cinquantina, perlopiù dagli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna e della Germania – dichiara Elizabeth Jennings, presidente dell’associazione culturale che da oltre tre anni è impegnata nella organizzazione del Festival. Anche scrittori e aspiranti scrittori italiani con il passare degli anni iniziano a mostrare curiosità e interesse per la nostra manifestazione, che segue l’esempio delle maggiori writers’ conferences internazionali”. Per chi ha un progetto nel cassetto, nel pomeriggio il Festival propone un laboratorio sul racconto organizzato in collaborazione con la Scuola Holden e condotto da Evelina Santangelo, scrittrice ed editor per Einaudi. Immancabile l’appuntamento pomeridiano con la stampa e gli ospiti del festival durante il consueto happy hour nella piazzetta Pascoli, a due passi da Palazzo Lanfranchi dove sono in programma le letture per ragazzi a cura del Teatro dei Sassi e gli eventi a “luci gialle” aperti al pubblico. Tra gli ospiti, Federica Bosco, Valeria Montaldi, Danila Comastri Montanari, Geppi Cucciari, Pulsatilla, , Claudia Priano, Eileen Dryer, Mary Leo, Cinzia Felicetti, Paola Barbato, Miriam Tomponzi, Christine von Borries, Leonie Swann, Francesco Introna, Lia Volpatti, Dorothy Zinn, Gianrico Carofiglio, Leo Taddeo, Andrea Di Consoli e altri ancora. Per concludere, il 23 settembre, in Piazza Vittorio Veneto, avrò luogo la premiazione de La Baccante 2006. Dopo Maria Venturi (2004) e Inge Feltrinelli (2005) il prezioso gioiello in oro, realizzato dal Laboratorio orafo Materia, verrà assegnato al genio mediterraneo del giallo, Alicia Giménez Bartlett, conosciuta come la Camilleri spagnola e creatrice di meravigliosi capolavori della letteratura contemporanea. Presenterà la serata Alessandra Casella e seguirà il concerto degli Ethnos, musiche antiche della Lucania.da www.basilicatanet.it – 06 settembre 2006


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi