AUTO PIÙ PULITE E RESPIRA PULITO

Anche i Verdi di Montescaglioso in collaborazione con il Movimento Difesa del Cittadino e l’Associazione Giovani Montesi aderiscono alla petizione indetta a livello nazionale, dal partito del sole che ride; per convincere le case automobilistiche a ridurre i gas serra emessi dai tubi di scappamento, dopo l’insufficiente accordo raggiunto a livello europeo (130 grammi/km).
L’obiettivo è quello di consegnare le firme al presidente del Consiglio Prodi entro inizio dicembre, per inserire il vincolo nella prossima Finanziaria.
La campagna “Accelera i tempi! Frena la CO2” presentata a Roma, avrà il suo clou durante la prossima conferenza nazionale sul clima che si terrà il 12 e 13 settembre a Roma, ma è già al via in diverse regioni italiane.
I Verdi con il suddetto Movimento e Associazione, raccoglieranno nei prossimi giorni le firme, anche mediante l’organizzazione di banchetti, per chiedere al Governo di rendere vincolante il limite di 120 grammi di emissioni di CO2 al km sui nuovi modelli di veicoli prodotti dalle case automobilistiche. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle campagne dei Verdi contro i cambiamenti climatici, per chiedere e ottenere interventi urgenti. Non ridurre i gas serra avrebbe un alto costo economico. Il conteggio è contenuto nell’ultimo Dpef all’esame del Parlamento e parla di 4 miliardi di euro l’anno, tra le sanzioni per gli sforamenti e il costo di acquisto delle relative quote sul mercato.
Dopo aver rinverdito l’ultima finanziaria inserendo gli incentivi all’energia pulita e al risparmio energetico, i Verdi ora vogliono prendere di petto il settore dei trasporti, che da solo contribuisce con circa il 30% al bilancio delle emissioni di CO2 della Ue, ma che non è stato ancora coinvolto nei meccanismi del protocollo di Kyoto.
Sempre in tema, ed in concomitanza con quanto innanzi esposto, sarà proposta un’ulteriore petizione per sensibilizzare i concittadini Montesi per ciò che concerne il problema del traffico urbano, che nel nostro comune ha assunto connotati preoccupanti, sia per ciò che concerne la stessa viabilità, sia per l’aspetto di sanità pubblica.
I motivi di tale criticità, vanno ricercati, analizzati e risolti nei modelli comportamentali errati degli automobilisti, nei mutamenti sociali e/o negli strumenti urbanistici che dovrebbero regolamentare e disciplinare le dinamiche di crescita e di sviluppo del nostro comune, cosa purtroppo che non è accaduto da molti anni a questa parte.
Gli elenchi delle firme raccolte, saranno consegnati all’Assessore all’Ambiente e Viabilità, affinché lo stesso le indirizzi all’ARPAB allegando una richiesta di installazione di una centralina per il rilevamento degli scarichi inquinanti, necessaria al monitoraggio costante ed analitico della qualità dell’aria che respiriamo.
Suggeriamo, inoltre, che i dati rilevati, vengano diffusi periodicamente ed essere oggetto di discussione magari organizzando un convegno col la presenza di esperti della sanità in materia di patologie attribuibili o collegabili al traffico automobilistico.
Ci preme sottolineare, che non c’è la volontà di imporre ai cittadini il non uso dell’auto, ma vogliamo stimolarli a farne un impiego più appropriato, tenendo conto dell’esigenza di salvaguardare la qualità dell’aria e dunque la salute di tutti.
 
La Federazione


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi