La trasparenza? Non abita a Montescaglioso

Circa 7 mesi fa, sulle pagine di questo sito, mi chiedevo come mai a un bando parecchio importante che poteva interessare diverse categorie professionali e che poteva coinvolgere diversi giovani montesi non fosse stata data adeguata visibilità; il famoso (almeno per noi di montescaglioso.net) bando-sbando del contratto di quartiere: pochi giorni di esposizione all’albo pretorio, incomprensibili regole per il calcolo dei punteggi che paradossalmente svantaggiavano proprio i giovani, pochissime informazioni sulle modalità di composizione del team. E poi, nei giorni successivi, ad alimentare ancora di più i dubbi, la constatazione che tra i vincitori del bando erano presenti persone che siedono in consiglio comunale o parenti stretti di assessori e consiglieri. Certo… è possibilissimo che tutto sia legittimo e sacrosanto. Ma proprio questo è il punto: quando manca trasparenza “pensare a male” è conseguenza naturale delle cose. Ecco perchè avevamo tentato di sollevare la questione (purtroppo con scarsi risultati) durante le elezioni comunali.

L’allora assessore Pietromatera, di fronte le “sacrosante richieste che provengono da questo sito” (parole sue) ci promise che la Giunta avrebbe fatto di tutto per migliorare in fututo l’informazione.

Sappiamo bene tutti che l’assessore Pietromatera non si è ricandidato. Purtroppo deve essersi dimenticato di fare il passaggio di consegne. Passa infatti qualche altro mese e di nuovo un bando per il contratto di quartiere. Questa volta il comune cerca 3 figure professionali. Per ognuna un contratto di 24 mesi rinnovabili a 1100 euro lordi mensili. Precisamente servono un geometra, un perito agrario e un collaboratore amministrativo. Qualcuno di voi ha visto manifesti in giro riguardo questo bando? Qualcuno ha letto la notizia su qualche sito? Nooo?

Mi spiace per voi! Bisogna sempre presidiare il comune! TUTTI I GIORNI!

Pare che il bando è stato affisso all’albo pretorio l’11Agosto scorso con scadenza per la presentazione delle domande il 22 Agosto. Proprio un bel periodo per informare quanta più gente possibile!!!! Togliendo i week-end e le festività di S.Rocco…. un sacco di tempo per informare tutti!

Allego uno dei 3 bandi, quello per geometra. Bando abbastanza standard. Certo si potrebbe obiettare sul fatto che ad un geometra si richieda la conoscenza di WORD ed EXCEL e non di AUTOCAD e altri software specifici.

Chi ha vinto i bandi?

Ci sarà di nuovo qualche consigliere o “parente di”? INFORMATEVI! Non vorrete mica che vi dica tutto… mi adeguo allo stile Montescaglioso.

W la trasparenza


Commenti da Facebook

32 Commenti

  1. For Peace

    CARO FELICE, RICORDO DEL POST BANDO-SBANDO E CONCORDO CON TE CIRCA LA SITUAZIONE PENOSA IN CUI NOI COSIDDETTI “GIOVANI” VENIAMO TRATTATI. SONO CONVINTO CHE C’E’ SOLO UN MODO PER ABBATTERE I MURI DEI POLITICI DI DESTRA E DI SINISTRA CHE SIANO. VE LO RIPETO, SCENDIAMO IN CAMPO , E SCENDA IN CAMPO CHI NON HA BISOGNO NE’ DI FAVORI NE’ DI POSTI DI LAVORO. SOLO COSI’ RIUSCIREMO AD AVERLA VINTA. BISOGNA PERO’ ESSERE IN TANTI A PENSARLA COSI’. PURTROPPO NON CREDO CHE A BREVE CAMBIERA’ QUALCOSA. TUTTAVIA PENSO CHE SOLO ORGANIZZANDOCI DA ADESSO POTREMMO SPERARE CHE TRA UNA DIECINA D’ANNI POSSANO VEDERSI GLI EFFETTI POSITIVI. LE LOTTIZZAZIONI SONO UN PESSIMO MODO DI FARE POLITICA, TUTTAVIA RAPPRESENTANO IL SOLO MODO CHE FA CRESCERE I CONSENSI A DESTRA COME A SINISTRA, PROPRIO PERCHE’ NELLA SITUAZIONE NOSTRA (DI GIU’ ) TANTA GENTE SCENDE A PATTI PER L’INTERESSE PRIVATO SENZA CONSIDERARE CHE LA RUOTA GIRA E CHE GLI EFFETTI DI QUESTO MODO DI FARE SI RIPERCUOTONO PRIMA O POI ANCHE SUI PROPRI CARI. 

     A PRESTO

    1. ciffo

      scenda in campo chi non ha bisogno di favori???
      Credi esista qualcuno con queste caratteristiche? Dubito. Non vogliamo mica raccontare la favoletta che se fossimo noi al posto loro sarebbe sicuramente tutto meglio?
      Più che desiderare di vedere tizio o caio a governare bisognerebbe augurarsi regole precise e condivise che riducano al minimo sospetti e malumori.

  2. SpigaVacand

    Salve a tutti

    Questa del bando “nascosto” era un notizia che circolava da un bel pò, ma finora non avevo avuto ancora riscontro…bè che dire, anzi c’è poco o nulla da dire, il tutto si commenta da sè…

    “…bianco rosso o nero ormai non conta chiù nu cazzu, o te magni sta minestra o te butti dà finestra…” lo dicono da anni i SudSoundSystem, e come non dargli ragione, ed inoltre se permettete questa notizia dovrebbe anche far riflettere tanti, che su questo sito sono ancora convinti che il marcio, la schifo, le cose “brutte” si trovino solo da una parte!

    500.000 in piazza con AN, 300.00 con la sinistra radicale, 3.5 milioni alle urne per il PD (dove si vota con le liste bloccate…), circa un milione scenderà in piazza nella prossima manifestazione della c.d.l.;

    La domanda nasce spontanea : o sono tutti coloro che dalla politica magnano, o siamo un Paese di deficìenti!…spero di avere prima o poi una risposta 😛 

  3. Cinzia

    Oops… you did it again!
    Ciffo birichino… L’hai fatto di nuovo! Non hai imparato che queste marachelle potrebbero costarti qualche scappellotto per via della tua maleducazione?
    E poi, birboncello, tu sei a Milano. Come fai a sapere di questi estivi bandi sbandati?
    Scherzi a parte, siamo alle solite. Stavolta non mi meraviglio dei tempi di pubblicazione del bando (tra notte delle stelle cadenti di San Lorenzo e l’arrosto di agnello di San Rocco, quale periodo dell’anno potrebbe essere più indicato per pubblicare un bando del genere nel nostro Comune?). D’altra parte, diamo a Cesare quel che è di Cesare (o volendo azzardare, a Mario quel che è di Mario), l’attuale maggioranza non ha mai cercato di ingraziarsi gli elettori con false promesse che sapeva di non mantenere. Ricordo male, o dai candidati di centrodx non è mai giunto alcun proclama di “trasparenza”? Quindi, se ogni promessa è un debito, nessuna promessa di trasparenza= nessun debito! Inoppugnabile!
    Piuttosto, come mai ad informarci dell’accaduto è stato di nuovo Ciffo, da Milano, che immagino nella sue vacanze estive abbia avuto di meglio da fare che presidiare il Comune, come tutti noi, credo?
    Se la storia (di monte.net) insegna, questa sarà l’ennesima crociata di pochi temerari contro migliaia di indifferenti cui il silenzio fa comodo. Si scaglieranno fulmini e saette contro gli amministratori (ovviamente e rigorosamente protetti dallo scudo del nickname); ci saranno decine di ospiti senza volto ad assistere, dalla comoda tribuna del proprio pc, alla corrida mediatica che ne scaturirà; i cari amministratori continueranno a tacere; la gente continuerà a lamentarsi sempre, rigorosamente sotto voce; ciffo o chi come lui, parla a viso aperto, sarà oggetto di sguardi torvi e commenti al vetriolo da parte dei cortigiani dell’amministrazione… ed in sostanza, nulla cambierà. Un film già visto. Un grosso polverone, solo fumo negli occhi. Aspettando un nuovo bando tra Natale e Capodanno.
    Allelujah!

    1. michela

      Ciffo, birbantello!.. mi associo a Cinzia… oggi ero convinta che tutto andasse bene e invece… arrivi tu a rompere le uova nel paniere!
      davvero un gran maleducato… commenti?e che vuoi commentare?
      topobiche_81

    2. ciffo

      Cinzia vuoi vedere che piano piano mi darai ragione? Che l’unico buono consiglio da dare a un giovane montese è di scappare da quel paese se ha un minimo di amor proprio? Tu dici…. ed in sostanza nulla cambierà! Ne sono convinto anche io! Infatti ancora non mi spiego che le scrivo a fare ste cose quando i diretti interessati neanche abbozzano una timida protesta. E forse è arrivata ora di spendere meglio il nostro tempo, dedicarci a noi stessi e alle nostre cose e farla finita con tutte queste inutili chiacchiere…. se proprio dobbiamo continuare…. torniamo a parlare di cinema?

      1. Cinzia

        Sull’unico consiglio possibile non posso darti ragione, perchè come ho detto mille volte, io nel paesello, tra lavoro, affetti ed interessi, ci sto bene.

        Per tutto il resto, è anche superflo darti ragione!!! Il senso del mio post era appunto quello: chi te l’ha fatta fare?

        Ricordo benissimo i “postumi” dello sbando per il bando e proprio per questo mi domando perchè tutti si indignano, tutti si lamentano, tutti minacciano fuoco e fiamme, ma in fin dei conti tutto resta immutato, per la diffusa mancanza di coraggio che riduce tutti al silenzio.

        Mai un coro di protesta unanime, forte, compatto, quando ci si deve mettere la faccia. Sempre e solo una disperata vox clamantis in deserto…

        Allora, sai che c’è? C’è che dovremmo ragionare anche noi come loro: cosa importa a te, a me o a chi come noi, che un lavoro ce l’abbiamo, di queste quisquilie amministrative?

        Perchè fare i giullari per un pubblico di pavidi che si limita solo a commentare: Hai visto quelli di monte.net…?

        Si fanno le mobilitazioni di massa pro De Magistris, contro le scorie a Scanzano, si lanciano proclami contro raccomandazioni e clientelismo, si pretende di cambiare un sistema marcio minacciando di non andare a votare, ma se il “nemico” ce lo abbiamo in casa e lo dobbiamo affrontare a viso aperto, beh… allora le cose cambiano.

        Parliamo di cinema, è meglio. Qual’è stato l’ultimo film che hai visto?

        1. lidia laterza
          cara cinzia e caro felice vi consiglio a tal proposito un film di qualche anno fa. Il film si chiama La febbre,il regista è D’Alatri. E’ un film apparentemente leggero ma il finale ,vi assicuro, vi lascia un pò di amaro in bocca e la consapevolezza che,purtroppo, l’Italia è questa, che ci piaccia o no. L’unica cosa da fare è rimboccarsi le maniche e ripetere questo motto come un mantra: aiutati che dio ti aiuta1
      2. michela

        Eh! caro Ciffo, questo bel consiglio me l’hai dato proprio tu non molto tempo fa, ricordi?
        … e credi che non ci pensi tutti i giorni?
        e invece ci proviamo ancora con uno stipendio da fame (che in realtà non è uno stipendio perchè sto avendo la possibilità di fare quello che vorrei fosse il mio lavoro solo grazie al servizio civile), sicurezze per il prossimo settembre praticamente nulle, impossibilità di costruirsi un benchè minimo progetto di vita… e via dicendo…. provare a cambiare le cose? certo, tutti i giorni. ma che fatica!soprattutto quando passi per la maleducata di turno arrogante bambina appena arrivata che vuole dettare legge. questo paese NO, non cambierà mai, ormai ne sono convinta e chi dice che non è così vuol dire che non ci ha mai sbattuto la testa facendosi davvero male…in compenso si può soltanto provare a comportarsi correttamente nel proprio piccolo, lavorando sodo, preparandosi in continuazione e dando il meglio di sè, perchè nessuno possa mai dire che quello che fai ti è stato dato da qualcuno.
        topobiche_81

  4. vince_ditaranto

    Cara Cinzia, mi meraviglio di te, fai parte anche tu della miriade di cittadini montesi con la memoria corta sulle promesse elettorali???

    Certo la coalizione che ha vinto le elezioni non ha mai “sottoscritto” su questo sito il nostro “contratto di trasparenza” con un gruppo di cittadini, adducendo scuse della serie “…ma ci sò chiss e ce vonn acchiann..” dimenticando che siamo semplici cittadini con un mezzo di comunicazione LIBERO, ma ricordo benissimo che sull’ormai “stanco” (stanco di sentire chiacchiere) palchetto di piazza Roma l’attuale sindaco ha nominato più volte la “trasparenza amministrativa”. Certo vado a memoria, dovrei riguardarmi tutti i filmati dei comizi che grazie al cielo abbiamo conservato, ma ne sono sicuro al 99%.

    A questo punto resta da chiedersi cosa intenda per trasparenza.

    Ma si sa come vanno le cose, proprio l’altro giorno vi ho riportato un trafiletto del libro “satanico” di Stella e Rizzo (per me ormai un “bibbia”) dove veniva acclarato il meccanismo di auto-sostentamento della classe politica.

    Ragazzi, cosa vogliamo?? Ognuno fa quello che può!!!

    D’altronde se un politico/amministratore pubblico non potesse fare questi “giochetti” il suo lavoro sarebbe come quello di tutti noi…un lavoro “normale”!!! E non varrebbe neanche la pena affannarsi nella campagna elettorale.

    Comunque non saltiamo a conclusioni affrettate, sicuramente l’amministrazione chiarirà, nei canali opportuni, la propria posizione. sicuramente si affannerà a dire che è tutto legale……non capendo che nessuno ha parlato di legalità!!!

    Ma di semplice trasparenza!!! Un punto essenziale della “deontologia di ogni amministratore della cosa pubblica” che viene puntualmente ignorato.

    Vabbè va, prepariamoci, come dice Cinzia, agli sguardi torvi e alle accuse di essere “comunisti” solo perchè abbiamo “osato” criticare (per la politica locale un reato di lesa maestà) l’operato dell’amministrazione.

    Peccato che il giorno dopo ci accusano di essere “fascisti”, perchè magari parliamo di altri “fatti”.

    Intanto che si decidono e ci dicano di che parte siamo,

    vorrei chiedermi/vi dove sono tutti quelli che a Monte hanno “bisogno” di lavorare e non hanno fiatato davanti a queste “operazioni”.

    Chissà, magari tutti aspettano il proprio turno???   

    Certo, sò che è facile crititcare non stando a Monte, per chi ci vive e “convive” è più dura, ci vuole coraggio.

    Ma chi non ce l’ha…, almeno non si lamentasse!!!

    1. anycamy

      Il mio intervento sarà breve: non starò polemizzare perchè mi sentirei una sciocca. Ma da sciocca quale sono, è possibile visionare la lista dei partecipanti al bando? così giusto per farmi una idea sul numero dei concorrenti. Perchè se il numero dei concorrenti è cospicuo allora siamo noi ad essere male informati. Poi io credo che si lecito sapere chi si è aggiudicato il “posto” e per quali meriti, magari non è parente a nessuno e allora saremo sempre noi ad essere i soliti sospettosi. Poi caro corvo i nostri amati politici non peccano in trasparenza anzi abbandano.Le loro manovre sono così trasparenti da rendersi invisibili.

      😉

      mmmm

  5. Làeda

    Leggendo l’argomento e rileggendo tutti i post risalenti a marzo, in merito alla stessa questione del bando, della trasparenza, delle NON PRESE IN CONSIDERAZIONE, e quant’altro faccia brodo, inevitabilmente sono nate delle considerazioni. Innanzitutto mi chiedo come mai, noi montesi “cape toste”, sempre a parlar male delle scarse possibilità di lavoro qui al sud (e se non ricordo male è stato aperto anche un forum qualche mese fa a riguardo), quasi temiamo il denunciare un evento che è andato a discapito proprio del nostro stesso interesse (vedasi questione della scarsa pubblicità del bando riguardante la realizzazione tecnica del”contratto di quartiere”)… Se non erro, sono stati in pochi ad esporsi…e la cosa più eclatante è che le stesse persone che si sono esposte sicuramente avevano poco interesse a riguardo (per via di un posto di lavoro che già occupano) e,soprattutto, sono persone che non vivono qui. Le domande sono 2:
    1.perché chi è realmente interessato a che vi sia collaborazione tra rappresentanti e rappresentati (presupposto essenziale della forma di DEMOCRAZIA) non comincia a rivendicare i propri diritti?
    2.: è necessario avere degli “avvocati”, come nell’antica Grecia, o degli intermediari, per parlare??? Comincio a temere che tutto ciò possa dipendere da una sorta di “timore” che si tende ad avere nei confronti di chi occupa le “sedie rosse”, di una sorta di TUTELA dei propri INTERESSI…. Questa sarebbe un’eventuale constatazione amara…perché? Perché significherebbe che oggi si vive di soli INTERESSI… e gli IDEALI?? CHE FINE HANNO FATTO GLI IDEALI??? Siamo troppo comodi: abbiamo avuto il piatto bello pronto e servito dai nostri avi, i quali hanno COMBATTUTO (e più volte lo abbiamo ripetuto nei forum) per DIFENDERLI, PROTEGGERLI E REALIZZARLI…ideali che hanno fatto STORIA, “storia” che oggi è diventata, come già ho detto dibattendo con un altro utente, una “scala mobile di INTERESSI”, di posti segnati per legami di sangue e non più per mèrito. I nostri figli cosa studieranno a scuola riguardo l’epoca che stiamo vivendo? come faranno a vivere in una DEMOCRAZIA che DEMOCRAZIA non è, se non un semplice componente grammaticale dell’art. 1 della nostra Costituzione??? Profondamente amareggiata…

  6. erredi

    La domanda nasce spontanea: Ma in tutti questi s-bandi l’opposizione dov’è? Per loro tutto regolare?Mi piacerebbe leggere un commento a tal porposito da parte di qualche allora candidato. Esisterà pure una opposizione, o sbaglio?O s-bando?

    1. lucia

      A me sembra di aver scoperto l’acqua calda! ma ci si sorprende, puntualmente perchè, forse, crediamo che il fondo si sia già toccato con il precedente scandalo. Ma c’è ancora da scavare, purtroppo. Almeno in questo caso una sorta di “bando” c’è stato, discutibile ma c’è stato. Si sa che esistono casi in cui il bando non c’è, si chiamano direttamente chi si vuole semplicemente per affiancare qualcuno al comune,alla provincia, alla regione, all’ospedale…Sbaglio? Se si sono pronta a chiedere scusa, in caso contrario mi spiegate perchè???

      Poi per rispondere ad erredi: caro compare mi sa che siamo arrivati al punto che non esiste opposizione nè al Governo (vedi caso De Magistris) nè in altri enti, io copro le tue “magagne” tu le mie Frown

      1. ant

        Molti di noi hanno criticato aspramente la sinistra per i propri comportamenti evidentemente clientelari ed inopportuni. Tutti noi ricordiamo la famosa Parentopoli Lucana. Più volte ho detto come questi fatti vadano sempre condannati ma a volte sono stati troppo e spesso strumentalizzati dall’altro schieramento politico che, almeno qui a livello locale, ha concentrato la propria campagna elettorale (basta rivedere i comizi) in demagogiche accuse. La verità è che la politica viene gestita sempre allo stesso modo, da tutti. I fatti purtroppo mi danno ragione, ma un piccolo commento riferito al bando in questione è d’obbligo perché mi sembra che si sia superato ogni limite di trasparenza e di correttezza in barba a tutti quei discorsi in favore della valorizzazione dei nostri giovani che non hanno nulla da invidiare ad altri in termini di capacità e professionalità. Non voglio dire con questo che il vincitore del bando non sia capace ma, da cittadino contribuente, avrei preferito un esito diverso.

  7. For Peace

    CARO CIFFO PERMETTIMI DI DISSENTIRE DA QUANTO HAI AFFERMATO, MA COME, VOGLIAMO FARE I “GIOVANI” AUDACI E BACCHETTANTI CHE STANNO A CLASSIFICARE I POLITICI, A COMMENTARE A DESTRA E A MANCA (GIUSTAMENTE) E POI QUAL’E’ LA CONCLUSIONE CHE NOI DOVREMMO FARE COME GLI ALTRI. SE QUESTE SONO LE CONCLUSIONI ALLORA LASCIAMO PERDERE TUTTO E  METTIAMOCI TUTTI UN BEL TAPPO IN BOCCA. VISTO CHE COSI’  NON LA PENSO SPERO DI INCONTRARTI A  BREVE E DI PRESENTARTI LA MIA PROPOSTA.

    1. Cinzia

      Vincenzo,
      presentala anche a noi la tua proposta. Forse ci darà qualche speranza che le cose possano cambiare.
      Il problema qui non è soltanto quello di rivendicare trasparenza nella gestione dell’amministrazione, ma di sradicare la mentalità comune che comunque avalla certe pratiche di favoritismo, clientelismo e opportunismo (scusa per tutti gli -ismi!!). Sulla riuscita di questa “impresa” confesso la mia enorme titubanza! La vedo davvero difficile.
      Cinzia

  8. drago

    Ancora una volta dobbiamo constatare che viviamo in un sistema solo apparentemente democratico. Siamo, in verità, in un’oligarchia che non ha rispetto della dignità dei cittadini che si recano alle urne. Ed è grave, come è stato già rilevato, che ai comizi si usano belle parole e volontà di cambiare.

    Consoliamoci con l’informazione, almeno così non passano inosservati questi comportamenti, almeno un po’ i signori politici sono costretti a misurarsi con l’indignazione dei cittadini.

    Complimenti a ciffo per aver messo in luce questa vicenda.

    Mario

  9. For Peace

    NON SI TRATTA DI UNA MAGICA SOLUZIONE, POTREBBE ESSERE UN’IMPRESA VINCENTE COME ANCHE UNA PROPOSTA DA LIQUIDARSI ALLA PRIMA PAROLA. VISTO CHE E’ QUALCOSA CHE SI PUO’ INSEGUIRE SE SI HA VERA PASSIONE E CHE POTRA’ AVERE VALORE SOLO SE GLIELO DAREMO NOI, E’ INUTILE CHE LA RICETTA VE LA SVELI ADESSO. STO’ PROPRIO PIANIFICANDO LA DISCESA PER IL PAESE, INCONRERO’ GIA’ DELLE PERSONE INTERESSATE ALLA MIA PROPOSTA, NON APPENA SI DECIDERA’ QUALCOSA VI FARO’ SAPERE.
    NON SI TRATTA CERTAMENTE DI UNA PROPOSTA DI PARTE, E’ APERTA A DESTRA ED A SINISTRA. UN’ALTRA COSA, SE SARA’, SARA’UNA NOSTRA REALTA’. ALLA PROSSIMA

  10. annusulisc
    La storia si ripete…Il comune è un po’ il Giano bifronte della cittadinanza. Il Comune prende soldi da “Pantalone”, quindi dalla propria comunità e quando si tratta di rendicontare le attività non danno conto allo stesso, ma spendono e spandono con una discrezionalità a dir poco eccessiva. Quando parliamo di Comune, dovremmo conoscere sistematicamente l’attività che svolge. Esso oramai è uno dei pianeti sconosciuti, è una delle satrapie che magari ha una mission particolare, ma, che però,diventa una mission in controtendenza con le esigenze reali della cittadinanza. Ci accorgiamo che il cittadino esiste solo quando deve pagare;quando viceversa si deve informare la cittadinanza di un bando per assumere del personale, si attuano occupazioni militaresche di posti in modo oligarchico, con buona pace della popolazione che viene tenuta fuori dal contrappeso di Montesquieu, ed è chiaro che quando viene fuori qualcolsa del genere siamo di fronte a fenomeni degenerativi.
    La dialettica, il controllo, il dialogo a parer mio devono cominciare ad albergare di più in questo Comune, perchè c’è un black out totale di comunicazione; manca l’azione di peso e contrappeso e manca soprattutto la “democrazia partecipata”. Viene fuori l’immagine di un Comune che non ha la diligenza del buon padre di famiglia nell’azione di controllo , mentre viviamo una vicenda estremamente grave, siamo dinanzi al “valzer dell’indifferenza”. A questo punto mi chiedo, l’opposizione cosa fa?E’ improcastinabile un confronto che sia supportato da un dialogo produttivo. Tutti insieme devono dar vita ad un gioco di squadra per giungere alla creazione reale della “democrazia partecipata”, nella quale i cittadini Montesi si sentano vicini al ruolo che l’amministrazione svolge ; altrimenti creeremo una dicotomia , un totale distacco tra la sensibilità del popolo Montese e la politica e chiaramente, non potremmo fare il pianto del coccodrillo ed invocare il rispetto per la politica nel momento in cui esiste nell’animo del cittadino quell’antipolitica di cui, molto probabilmente, siamo i primi responsabili.
    Questo è il richiamo forte che si deve dare parlando di pesi e contrappesi, ma quello che mi preme sottolineare più di ogni cosa è la frustrazione della vox clamantis in deserto.
    1. anycamy

      come cittadini attivi forse sarebbe il caso che da domani ognuno di noi, dai propri uffici, dalle proprie case, dalle varie città in cui ognuno di noi lavora cominciasse a telefonare al comune per chiedere informazioni sul bando in questione, sugli esiti e se ci sono in previsione dei nuovi e quali canali verranno utilizzati per pubblicizzarli?

      Siamo in tanti e se siamo sufficentemente insistenti forse….

      Che so….potremmo cominciare ad insistere sulla possibilità ri rendere aggiornato e attivo il sito del comune

      diamoci un impegno porca pupazza! se chiamo solo io non concludo niente ma se li tartassiamo in tanti almeno si faranno vivi per dirci di smetterla! Credo che con i tempi che corrono non è un cattivo risultato.

      ma…. non so…. era solo una idea purtroppo vivo lontana e non so come agire attivamente

  11. LomFrAnz

    Leggendo questi post non posso non notare l’indignazione di quanti di noi si trovano ad avere a che fare con questo sistema, un sistema che non riguarda solo montescaglioso, ma l’intero paese italia, provate a vedere anche nell’opulento nord se tutti i bandi vengono correttamente pubblicati, o se anche lì non vengono fatti bandi ad hoc per determinati soggetti.. guardando Report direi che i problemi ci sono ovunque.

    Qui abbiamo l’accortezza di parlarne perchè viviamo in un paese piccolo, dove con l’interessamento di davvero pochi soggetti si possono portare a conoscenza di tutti situazioni scottanti, ma siamo sicuri di poter fare altrettanto anche in una grande città italiana dove i sistemi di poteri sono ancora più forti?? Naturalmente il mio è un discorso generale.. la verità è che in Italia non cè meritocrazia

     

    L’unica soluzione unilaterale che ci sarebbe, se proprio una soluzione cè, sarebbe andarsene all’estero ..

    ramingo errante

  12. ZODD
    fate troppo rumore x nulla , se ci tenete tanto ad attingere alle notizie della casa comunale , fareste meglio a fare una bella raccolta firme x chiedre la vostra trasparanza oppure se volete fare di meglio una bella sezione dove inserire tutti i bandi on line. e se nn vi ingozza nhe uno nhe ‘atra o scegliete di zittirvi o presidiate la casa comunale.
    Cumbriende?
  13. Jacobsen

    Cari amici davanti all’ennesimo episodio della nostra telenovela “La trasparenza…questa sconosciuta”, invece di ripetere lo sdegno che ho già manifestato in altri miei post, volevo fare qualche proposta.

    Potremmo proporre al Sindaco (davanti alla reticenza manifestata all’utilizzo delle nuove tecnologie) di prevedere nel prossimo bando l’assunzione di un banditore che abbia il compito di recarsi per le vie del paese ad informare la cittadinanza della pubblicazione dei futuri bandi. Sarebbe consigliabile dotarlo di campanacci che possano meglio attirare l’attenzione dei cittadini.

    Volevo inoltre raccontarvi un altro episodio di questa parodia che mi ha visto diretto protagonista circa un anno e mezzo fa.

    In quel periodo partecipavo a bandi di incarico per lo studio della vulnerabilità sismica di edifici scolastici nella nostra zona. Ho partecipato a bandi pubblicati su internet nei paesi vicini al nostro (per esempio Montalbano Jonico) . Mi chiedevo se un simile bando fosse previsto anche nel nostro Comune. Ho scoperto che lo avevano previsto ma già affidato, senza avene alcuna traccia sul web. Inoltre a tale concorso aveva partecipato una sola persona nonostante i tecnici non manchino nel nostro Paese.

    Caro Sindaco ormai non può più pensare di ignorare questi mezzi tecnologici, secondo me ne trarrebbe solo e soltanto dei benefici.

    Vito

     

     

     

    1. ZODD

      Banditore? Bandito! meglio u scet band 🙂

      cercasi rappresentante x i cittadini montesi x scetta band on line.

      si signori miei rinnoviamo il famoso e ormai perso nella notte dei tempi il “u scetta band ” tacnologico, xke il banditore è stato bandito , daz ca la casa comunale esige il presidio.

      il candidato dovra avere le qualifiche di : saper usare il pc . 🙂

      che ne dite?

       

  14. erredi

    Caro ciffo parto proprio da questa tua considerazione… per dire che sto pensando male!

    Infatti non mi spiego (o meglio adesso mi spiego) i motivi per cui si decide di fare un bando in pieno agosto, magari preparato sotto l’ombrellone, affisso all’albo pretorio il minor tempo possibile (giusto per dire che è stato affisso).Ho seguito alla lettere i tuoi consigli, mi sono informato sia sui partecipanti(pochini per un bando del genere)sia sui vincitori. Come dice il buon ciffo: “Certo… è possibilissimo che tutto sia legittimo e sacrosanto. Ma proprio questo è il punto: quando manca trasparenza”. In una nota pubblicità lo spot termina dicendo…”ti piace vincere facile ??!!!”

    Non capisco l’esigenza di creare un nuovo concorso visto che nel mese di marzo c.a. la stessa amministrazione aveva fatto un bando per creare una sorta di elenco di figure professionali da cui attingere per i contratti di quartiere e, guardacaso, sono le stesse figure richieste in quest’ultimo bando…………………………..

    “pensare a male” è conseguenza naturale delle cose…………………………………………………………………….

  15. LO ZIO

    Cari Montesi,Non ho potuto resistere alla voglia di dire la mia attraverso questo potentissimo mezzo che, grazie a Ciffo abbiamo tutti la possibilità di usufruirne.Di fronte a questa ennesima vicenda Amministrativa dai contorni non troppo chiari, volevo esprimere il mio personalissimo punto di vista. Lo faccio rivolgendomi al cosiddetto “UOMO DELLA PROVVIDENZA”. Breve premessa, nell’anno 2003 (quando ancora non esisteva Montescaglioso.net) circolavano dei volantini che raccontavano delle vicende amministrative del Nostro paese a puntate ed ambientate in un contesto manzoniano dei promessi sposi, con tanto di personaggi quali il Griso, Don Rodrigo, l’Innominato ecc… ed uno degli atti finiva cosi:”Il cittadino penserà: a questo punto che non c’è più speranza! La speranza c’è invece ed è a portata di mano; così come la Provvidenza Divina mandò la peste purificatrice che portò via il Griso, Don Rodrigo, la sua masnada e operò il ravvedimento dell’Innominato, così anche nel nostro caso possiamo invocare l’aiuto del nostro Santissimo Patrono, Rocco da Montpellier, e sono sicuro che ci invierà l’Uomo della Provvidenza che riporterà la giustizia nel nostro Comune”.Allorquando l’invocato UOMO DELLA PROVVIDENZA allontanò Don Rodrigo il firmatario dei volantini tale Edmond Dantès (Conte di Montescristo) proclamò il seguente discorso “Cittadini, Imprenditori, professionisti esultate perché il 06/12/2003 lo potremmo considerare come il giorno della liberazione dal giogo della tirannia e, senza ombra di dubbio, così sarà consegnato alla storia ed al ricordo dei postumi”.Orbene, mi chiedo ed invito tutti a riflettere, a distanza di quattro anni il popolo montese davvero può considerasi libero? Mi rivolgo al primo cittadino invitandolo a dare delle risposte su alcune vicende Amministrative sulle quali i cittadini e soprattutto il popolo giovane di Montescaglioso.net attendono. Nonché a vigilare se, forse sull’onda emotiva delle ultime elezioni Amministrative, qualche altro Amministratore si senta autorizzato ad imitare le gesta di Don Rodrigo.

    1. giusy

      Difficile rimanere ottimisti di fronte a questa ennesima conferma della malattia ormai cronica della politica locale. Sembra quasi una gara a chi riesce a mettere in atto le migliori e maggiori forme di clientelismo nel minor numero possibile di anni.

      La beffa ancora maggiore è che dal punto di vista legale sicuramente saranno inattaccabili.

      Il messaggio che ci stanno lanciando sulla trasparenza, sul diritto di informazione, è chiaro : “ Perdete ogni speranza oh voi che entrate… “

      Altrove, purtroppo, penso che non cambi molto; certo, gli interessi saranno differenti, ma il modo di gestire la cosa pubblica è lo stesso.

      … CHE TRISTEZZA!

  16. gianni

    Ennesima prova della nostra strana cultura che percorre sempre la stessa strada dell’assistenzialismo e del clientelismo. Purtroppo non è una caratteristica di un particolare schieramento politico, anzi sta cosa è comune sia a destra che a sinistra come giustamente dice Ant.

    Penso che sia un fatto culturale che forse potrà essere debellato con le prossime generazioni e non con le prossime elezioni. La questione dello “sbando” a Montescaglioso mi fa venire in mente il libro di Carlo Gaudiano dal titolo “Consulenze d’Italia” dove vengono raccontati strani concorsi.

    Comunque bisogna riflettere sulla frase di Ciffo: “l’unico buono consiglio da dare a un giovane montese è di scappare da quel paese se ha un minimo di amor proprio“. Ha esagerato? Chissà…..

    1. erredi

      Approfitto dell’ultima frase di gianni che a sua volta richiama la frase di ciffo, per rispondere a qualcuno che in questo post si è chiamato un po’ fuori dal problema o che lo ha semplicemente schivato dicendo…tanto una cosa che capita in tutta Italia. Intanto dico che se così fosse, non ci spiegheremmo il motivo per cui tanti e dico tanti da Monte sono partiti per trovar fortuna altrove.

      Seguendo il ragionamento di qualcuno, altrove non c’è lo stesso problema? Oppure altrove i tanti che sono partiti sono raccomandati? Calma, non voglio dire che altrove è tutto limpido, assolutamente…ma sicuramente in maniera proporzionata c’è anche la chance per i meritevoli.

      Altra considerazione, nelle festività comandate, a parte gli studenti che sono fuori che rientrano al paesello, Monte si riempe delle tante persone che vivono oramai stabilmente fuori per ragioni di lavoro; una qualsiasi amministrazione che ha governato il paesello si è mai posto il problema di sapere quanti sono andati via in cerca di fortuna? Voglio dire, prendendo come esempio l’attuale amministrazione, se giunge al termine regolare del mandato dei 5 anni, sommato ai 4 che ha già fatto, in 9 anni che programma si sarà posto per evitare questa trasmigrazione di cervelli e mano d’opera montese altrove? Non vorrei che il problema lo si affronti con la solita superficialità secondo la quale…purtroppo non possiamo farci niente se al sud manca lavoro. Come giustamente dice corvo, dopo i proclami fatti dal palco di piazza Roma, faremo faremo faremo..:fate!!!!!!!!Quantomeno, sforzatevi di farlo!!

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi